Mipaff

Mipaff obbligatorio per chi pratica la pesca sportiva in mare

Per chi ancora non lo sapesse, per praticare la pesca sportiva in mare, non occorre una licenza di pesca vera e propria, ma deve comunicare l’esercizio dell’attività al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

 

Stop alla pesca se non sei registrato al Mipaff

 

La pesca sportiva è l’attività di pesca che sfrutta le risorse acquatiche viventi a fini ricreativi o sportivi. 

E’ essenzialmente un’attività sportiva praticata per divertimento nel tempo libero, senza finalità commerciali e con l’impiego di un numero limitato di attrezzi, quali canne, fili e ami.

Tantissimi pescatori

Oggi la pesca sportiva annovera un numero altissimo di praticanti e appassionati. Tanti da essere menzionata nei regolamenti comunitari con la raccomandazione per gli Stati membri di garantire che essa venga praticata in modo tale da non interferire in misura significativa con la pesca commerciale, che sia compatibile con lo sfruttamento sostenibile delle risorse acquatiche vive e che rispetti gli obblighi comunitari con riguardo alle organizzazioni regionali per la pesca.

Il decreto Mipaaf del 6 dicembre 2010 per la promozione della rilevazione della consistenza della pesca sportiva e ricreativa in mare prevede che chiunque effettui la pesca a scopo sportivo o ricreativo in mare deve comunicare l’esercizio dell’attività al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Tale comunicazione deve essere inoltrata direttamente dal pescatore collegandosi QUI

 

Il pescatore, per richiedere il tesserino deve seguire i passi riportati di seguito

1

Effettuare la registrazione, nella pagina proposta indicare il nominativo, una casella di posta elettronica da utilizzare come USERNAME e una password di propria scelta

2
Consultare la casella di posta elettronica indicata e leggere il messaggio ricevuto contenente un link da cliccare per attivare l’account e verificare il codice di attivazione
3

Accedere nuovamente all’area riservata del sito del Ministero  specificando come USERNAME la casella di posta elettronica fornita in fase di registrazione e la relativa password

4
Compilare le informazioni richieste (generalità del pescatore, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale) fornendo in aggiunta i dati statistici sul tipo di pesca praticata, area geografica di interesse e attrezzature utilizzate
5
Controllare i dati indicati, confermare e stampare l’attestato della avvenuta comunicazione che funzionerà da titolo per l’esercizio della pesca sportiva e ricreativa, non sono necessari altri adempimenti
 
 

Mipaff Iscrizione obbligatoria

Si ricorda che l’iscrizione è obbligatoria per tutte le persone maggiori di 18 anni che praticano attività di pesca sportiva e ricreativa in mare. 

Nel caso di un eventuale controllo, se il pescatore ne fosse sprovvisto, verrà fatta interrompere l’attività di pesca.

Chi ha l’iscrizione Mipaff vecchia è prorogata fino al 2022

Decreto 4 marzo 2020 – Proroga della validità delle comunicazioni in materia di pesca sportiva e ricreativa

Decreto Direttoriale 5205 del 04/03/2020 – Proroga della validità delle comunicazioni in materia di pesca sportiva e ricreativa fino al 31 dicembre 2022